Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Comune di Monsummano Terme Portale istituzionale dell'ente

CORONAVIRUS

L'Amministrazione Comunale mette in campo una nuova iniziativa per aiutare la comunità in questo momento di emergenza sanitaria, dando il via ad una raccolta fondi per fronteggiare l'emergenza epidemiologica in atto e da destinare alle famiglie che attualmente si trovano in maggiore difficoltà. Un'iniziativa nata anche dalle richieste dei cittadini che vogliono donare per aiutare la propria comunità. Chi vuole dare un contributo può farlo attraverso bonifico bancario intestato a Comune di Monsummano Terme Covid 19.

codice IBAN:

IT 40 X 030 6970 4471 0000 0300 004

Per l'operatività estera è necessario indicare anche il codice BIC: BC1T1TMM

 

 

Misure di sostegno e per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Corona virus (Covid-19) 

 

L'Amministrazione Comunale informa che sono a disposizione diversi servizi attivati a sostegno della cittadinanza per far fronte a questo periodo di emergenza epidemiologica:

Pronto Farmaco in collaborazione con la Croce Rossa si può chiamare tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 14.00 al numero: 392 4682424

Spesa a domicilio – servizio della Società della Salute della Valdinievole numero attivo dal LUNEDI’ a SABATO dalle 8.00 alle 18.00 e prevede la  consegna dei beni di prima necessità  al massimo due volte la settimana per richiedente  chiamando il numero 0572 479606 

Il Servizio Spesa a domicilio coprirà solo la consegna e non il costo dei generi alimentari che rimarrà a carico dei beneficiari:  potranno  accedere al servizio persone anziane e fragili che a causa delle restrizioni previste dai Decreti del Presidente del Consiglio sono invitati a non uscire dalla propria abitazione e che, viste le precarie condizioni di salute, non possono provvedere autonomamente al reperimento di generi alimentari e non possono contare su una rete di supporto familiare.

 

NUOVO DPCM

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 03 novembre 2020  stabilisce i criteri per l'individuazione di tre livelli per le regioni corrispondenti a tre scenari di rischio con misure più restrittive in base all’andamento della pandemia - validità: 5 novembre -3 dicembre 2020. I LIVELLI DI RISCHIO DELLE REGIONI SONO STATE UFFICIALIZZATE IN SERATA dopo la diffusione del bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità.

ZONE ROSSE: aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (con misure ulteriori ancor più restrittive); sono Piemonte, Lombardia, Calabria e Valle D'Aosta

ZONE ARANCIONI: aree del territorio nazionale caratterizzate da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto (con alcune misure più restrittive rispetto a quelle standard); sono Puglia e Sicilia

ZONE GIALLE: aree del territorio con misure standard

LE MISURE STANDARD VALIDE NELLE REGIONI DELLA ZONA 3 GIALLE

Dalle 22 alle ore 5 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da esigenze di lavoro oppure da motivi di salute.

Sono sospese le mostre e l'apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura.

Tutte le scuole superiori devono adottare soluzioni di didattica a distanza. Consentita la didattica in presenza solo per laboratori.

Sospeso lo svolgimento delle prove dei concorsi pubblici e privati e quelle di abilitazione alle professioni ad esclusione di quelle del servizio sanitario nazionale.

Nelle giornate festive restano chiusi i negozi dei centri commerciali e dentro i mercati ad eccezione delle farmacie e parafarmacie.

I trasporti pubblici funzioneranno con il limite del 50% della capienza dei mezzi.

Confermato accesso ai parchi a patto di non formare assembramenti

Confermato l'orario di apertura per ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie e pub: dalle 5 alle 18. Dopo le 18 è vietato consumo di cibi e vivande in luoghi aperti al pubblico. Consentita la ristorazione per asporto fino alle 22.

Confermata la possibilità nei centri urbani di chiusura di strade e piazze dove si possono creare assembramenti, fatta salva la possibilità di accesso a esercizi commerciali e abitazioni private.

Confermato obbligo per il locali di affiggere sull'ingresso il numero massimo di persone ammesse per le regole di sicurezza.

LE MISURE NELLE ZONE 2 ARANCIONE LIVELLO INTERMEDIO

Vietato ogni spostamento, in entrata e in uscita, dalla Regione (salvo che per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza). Consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti n cui la stessa è consentita, e sarà consentito il rientro nel proprio domicilio o nella propria residenza.

Vietato ogni spostamento in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune.

Sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering. Consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio.

LE MISURE NELLE ZONE 1 ROSSO  LIVELLO ALTO

Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dalla Regione e anche all’interno del territorio stesso (sempre salvo necessità e urgenza).

Chiusi i negozi al dettaglio, tranne alimentari, farmacie, edicole; chiusi i mercati di generi non alimentari.

Chiusa l’attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie: resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto.

Sospese le attività sportive, anche svolte nei centri sportivi all’aperto.

Consentito svolgere individualmente attività motoria (passeggiate) in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di mascherina; è altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto ed in forma individuale.

Attività scolastica in presenza per scuola dell’infanzia, elementare e prima media.

- DPCM 3 novembre 2020
- Allegati
- Le misure previste dal nuovo DPCM
 
Novità Regione Toscana
 
Al via da domenica 18 ottobre il portale unico della Regione Toscana per la prenotazione online dei tamponi e test rapidi.
In totale autonomia e a qualsiasi ora del giorno e della notte, festivi compresi, sarà possibile prenotare un tampone o un test rapido andando su questo sito:
Una volta sul sito, cosa fare?
1 - Inserire il codice fiscale, il numero di cellulare e il numero di ricetta elettronica;
2 - Scegliere il presidio o il distretto preferito, selezionare la data e l’ora in cui si vuole effettuare il prelievo;
3 - Attendere la ricezione di un sms di conferma con possibilità di stamparsi il promemoria.
Il referto del tampone potrà essere ritirato in modalità digitale, anche da casa, accedendo al fascicolo sanitario elettronico con la tessera sanitaria, con SPID o con carta identità elettronica, ma anche dal recente portale dedicato https://referticovid.sanita.toscana.it.
 
USO DELLE MASCHERINE
 
Con decreto-legge n. 125 del 7 ottobre 2020 si introduce l’obbligo di portare sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Le mascherine dovranno essere indossate non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto. Si fa eccezione a tali obblighi, sia in luogo chiuso che all’aperto, nei casi in cui, per le caratteristiche del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi. Sono fatti salvi i protocolli e linee-guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali. Nei luoghi di lavoro continuano, quindi, ad applicarsi le vigenti regole di sicurezza. Fatte salve anche le linee guida per il consumo di cibi e bevande. Restano esclusi dagli obblighi i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina e coloro che per interagire con questi ultimi versino nella stessa incompatibilità. L’uso della mascherina non sarà obbligatorio durante lo svolgimento dell’attività sportiva.

 

LE RIAPERTURE A PARTIRE DA MAGGIO 2020

Il testo della nuova ordinanza regionale n. 57 del 17/05/2020 fissa le regole per riaprire, bar, ristoranti, negozi, centri commerciali, stabilimenti balneari, ed elimina le restrizioni alla circolazione delle persone, ma sempre nel rispetto delle norme basilari per prevenire i rischi di contagio (sanificazioni, distanziamento sociale, obbligo della mascherina, divieto di assembramento), nei limiti di quanto previsto dalle disposizioni del Decreto legge 33 del 16 maggio 2020, del Dpcm del 17 maggio 2020 e dei protocolli di sicurezza ad esso allegati

 - Link Ordinanza Regionale n. 57 del 17/05/2020

 - Link a DPCM 17/05/2020

Allegati:

All-1-7-Confessioni-Religiose

All._8__Linee_guida_bambini_e_adolescenti_.pdf

All._9_Spettacoli_dal_vivo_e_cinema.pdf

All._10_criteri_per_protocolli_di_settore.pdf

All._11_Esercizi_commerciali.pdf

All._12_Protocollo_condiviso_parti_sociali_ambienti_di_lavoro.pdf

All._13_Cantieri.pdf

All._14_Trasporto_e_logistica.pdf

All._15_Trasporto_pubblico.pdf

All._16_Misure_igienico_sanitarie.pdf

All._17_Riapertura_attività_economiche_e_produttive.pdf

  

ORDINANZA DEL SINDACO SULLA LIMITAZIONE DI ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI

Disposizione per l'accesso agli uffici comunali a partire da giovedì 1 ottobre 2020

Con ordinanza del Sindaco n. 212 del 09/11/2020 si è ritenuto opportuno disciplinare l'accesso al pubblico presso gli uffici comunali secondo i seguenti orari:

Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP), Protocollo e Polizia Municipale dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì e dalle 14.30 alle 17.00 del martedì e giovedì, accogliendo i cittadini anche senza prenotazione;

Per quanto riguarda gli Uffici presenti presso il Palazzo Comunale in Piazza IV Novembre 75H saranno accessibili solo con prenotazione presso gli uffici interessati, privilegiando comunque modalità di accesso telematico agli uffici:

Lunedì dalle 8.30 alle 12.30 Martedì dalle 8.30 alle 12.30 (eccetto ufficio tributi) e dalle 14.30 alle 17.00 Giovedì dalle 14.30 alle 17.00 Servizi Demografici dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.00 del martedì e giovedì

Ufficio Economato dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00 del martedì e giovedì

Per quanto riguarda gli Uffici presenti presso la sede distaccata di Via Fermi saranno accessibili solo con prenotazione presso gli uffici interessati, privilegiando comunque modalità di accesso telematico agli uffici; Lunedì dalle 9.00 alle 12.00 Giovedì dalle 14.30 alle 17.00

Di seguito si riportano i principali contatti degli uffici:
Polizia Municipale 0572 959400
Ufficio Relazioni con il Pubblico 0572 – 959265
Ufficio Protocollo generale 0572 - 959267
Ufficio Anagrafe  0572 - 959219
Ufficio Stato Civile 0572 - 959220
Ufficio Cultura e Turismo 0572 959233
Ufficio Segreteria del Sindaco 0572 959280
Ufficio Segreteria e Affari Generali 0572 - 959232
Ufficio Messo Comunale 0572 - 959214
Ufficio Tributi 0572 - 959313
Ufficio Economato 0572 - 959245
Ufficio SUAP 0572 959240
Ufficio Urbanistica e SUE 0572 959318
Ufficio Lavori Pubblici 0572 959305
Ufficio Scuola 0572 959334
Ufficio Servizi sociali 0572 959337

 

ORDINANZE DEL SINDACO RECANTI MISURE DI CONTENIMANTO E PREVENZIONE DOVUTE AD EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19 PER IL MERCATO SETTIMANALE

Con riferimento al mercato settimale del lunedì con ordinanza n. 64 del 23/04/2020 è stata disposta la riapertura del mercato settimanale del lunedì limitatamente alle attività consentite con DPCM 26 aprile 2020.

Con successiva ordinanza n. 72 del 30/04/2020 allo scopo di migliorare l'organizzazione e la fruibiità dello stesso sono state parzialmente modificate le sistemazioni dei banchi.

Con ordinanza del Sindaco n. 81 del 22/05/2020 sono state disposte le misure da adottare ai sensi del DPCM 17 maggio 2020 e dell'ordinanza Regione Toscana n. 57 del 17 maggio 2020 per la ripresa delle attività commerciali all'interno del mercato settimanale.